Archive for the ‘MASCHILE’ Category

Giu 18th, 2012

CAMERIERE, CI FA IL CONTO PER CORTESIA?

No Comments, MASCHILE, by Timidone, 1.043 views.

Meduna di Livenza, 16/06/2012. Si è conclusa sabato con la consueta serata finale l’annata sportiva 2011-2012 della Pallavolo Meduna e quello che si prospetta è un futuro-senza futuro; la stagione appena terminata ha lasciato alla dirigenza liventina una matassa troppo intricata da sbrogliare al punto che l’unica, dolorosa ed inaspettata via d’uscita è la chiusura del settore maschile (quello femminile continuerà la sua attività anche se con tempi e modi ancora da definire). L’annuncio di una tale epilogo si è rivelato quasi un pugno allo stomaco per tutti i giocatori, soprattutto per i ragazzi che hanno fatto la storia di questa società a cominciare dal capitano Andrea Cusin senza dimenticare Fabio Cigagna, Diego Davidetti, Giuliano Bonadio e Andrea Venturin, ma anche per tutti gli altri (Alessandro Carniel, Michele Nardo, Andrea Zanchettin, Sirio Fantin, Massimiliano Giulari, Luca Conforti, Tiziano Oggian ed il sottoscritto) che tanto si erano affezionati alla causa gialloblu. E’ indubbio che i risultati fallimentari dell’ultimo campionato abbiano prestato il fianco alla decisione di dismettere la squadra maschile (pur non essendone la causa principale, l’attuale fase economica non agevola il compito delle società sportive, soprattutto di provincia) che a settembre aveva una rosa di tutto rispetto per centrare la salvezza piena ma forse anche qualcosa di più: gli arrivi di Luca Conforti, Sirio Fantin e Alessandro Carniel sulla carta non solo avrebbero dovuto garantire qualità ed esperienza ma avrebbero dovuto permettere anche alternative valide in molti ruoli. Dopo 8 gare il grave infortunio patito da Sirio Fantin (investito del ruolo di principale terminale offensivo) ha…

Padova, 05/05/2012. La Pallavolo Meduna si congeda dalla serie C con la ventesima sconfitta stagionale (solamente 6 le vittorie per un bottino totale di 20 punti) per mano dell’U.S. Juvenilia (PD), che fra una settimana disputerà i play-off per la promozione in B2. Senza Diego Davidetti (diventato papà lunedì scorso, congratulazioni a lui e alla neo-mamma Marisa e un ben arrivato alla piccola Elena da parte di tutta la redazione, ovvero io!) e Andrea Venturin ancora infortunato, coach Bellinaso schiera Fabio Cigagna al palleggio e Luca Conforti opposto, Alessandro Carniel e Michele Nardo al centro, Andrea Zanchettin e Simone Puppi di mano, Giuliano Bonadio libero, a disposizione Tiziano Oggian, Andrea Cusin e il rientrante Sirio Fantin sulla via del completo recupero dopo la rottura del tendine d’Achille del 3 dicembre scorso. Il 3-0 con cui i patavini si sono garantiti la post-season è leggermente bugiardo nel raccontare una gara in cui i liventini hanno sbagliato troppo (7 errori in battuta solo nel primo set conclusosi 25-15) senza sfruttare le difficoltà che invece si creavano nel campo avversario con un servizio più tattico e meno forzato. La ricezione è stato l’altro fondamentale su cui si è giocata la partita, e anche nel secondo set i nostri sono andati sotto 24-16 per poi rimontare fino al 24-20 e giocare malamente la palla del possibile 21. La terza frazione è stata invece molto intensa, il Meduna sfruttando qualche errore di troppo dello Juvenilia, guadagna 2 lunghezze di vantaggio che mantiene fino al 24-22: qui prima un errore di…

Meduna di Livenza, 28/04/2012. La Pallavolo Medunasi congeda dal proprio pubblico cedendo alla capolista Agricola 2000 (VR) dopo una partita nervosa e combattuta più di quanto dica il risultato finale (1-3). A causa delle assenze di Michele Nardo e dell’acciaccato Andrea Venturin, coach Bellinaso non ha molte frecce al suo arco e schiera Fabio Cigagna al palleggio e Luca Conforti fuori-mano, Alessandro Carniel e Diego Davidetti come centrali, Andrea Zanchettin e Simone Puppi sulle ali, Giuliano Bonadio libero, a disposizione i soli Tiziano Oggian e Andrea Cusin. Dopo un primo set dominato in lungo e in largo dagli ospiti, i nostri registrano servizio e attacco e si portano a condurre 14-12 nel secondo parziale: purtroppo dalla palla del possibile 15-12 (nelle mani di Carniel un facile contrattacco di prima), ci si trova a dover guardare un tabellone che dice 18-15 in favore degli scaligeri, grazie ad un proficuo giro in battuta e ad innumerevoli errori dei giallo-blu (compreso un cartellino giallo per comportamento antisportivo a Zanchettin). Invece di capitolare su tutta la linea, i giallo-blu giocano un ottimo terzo set, sfruttando un calo del servizio avversario e diventando finalmente pericolosi in attacco. Ma è solo un fuoco di paglia perché lo 0-3 e il 2-5 della quarta frazione fanno andare sul velluto l’Agricola che, non senza qualche parola di troppo sotto rete, chiude 25-17 festeggiando la matematica promozione in serie B. Sulla metà campo dei liventini resta solo un grande rammarico e la consapevolezza di essere stati per lunghi tratti di gara (e direi anche del…

Massanzago, 21/04/2012. Applicando alla lettera lo spirito olimpico coniato dall’adagio di Pierre De Coubertin, il Meduna “partecipa” alla terz’ultima giornata di campionato, con l’ovvia conseguenza di ritrovarsi dopo poco più di un’ora sotto la doccia con un bel 3-0 sul groppone. Difficile ed allo stesso tempo semplice raccontare una gara a senso unico dominata in lungo e in largo dai padroni di casa che si sono permessi il lusso di ruotare anche tutta la panchina in una sorta di passerella davanti al suo pubblico e ad un Meduna abulico ed immotivatamente rinunciatario. Sabato 28 i gialloblu disputeranno l’ultima gara interna della stagione ospitando la capolista Agricola 2000 di Isola della Scala (VR). S.P.

Meduna di Livenza, 14/04/2012. Nella ventitreesima giornata di campionato, la Pallavolo Meduna capitola tra le mura amiche regolata per 3-1 da un Nautilus Chioggia (VE) maggiormente concreto e molto meno falloso del sestetto liventino. Giallo-blu in campo con Fabio Cigagna in regia e Luca Conforti opposto, Alessandro Carniel e Michele Nardo al centro, Andrea Venturin e Simone Puppi in banda, Andrea Zanchettin libero, a disposizione Andrea Cusin, Tiziano Oggian, Diego Davidetti e Giuliano Bonadio. Una partita a due volti quella giocata da Cigagna e compagni, che si può raccontare partendo dal 14-11 del terzo set quando un parziale di 1-9 ha fatto sterzare in modo decisivo e definitivo l’andamento di una gara che stava sorridendo ai nostri. Infatti, dopo un avvio stentato appesantito da errori in attacco e in battuta e con qualche problema di ricezione, Conforti suonava la carica nel secondo parziale, chiuso ai vantaggi con un bell’attacco di banda: stessa musica in avvio di terza frazione fino all’incredibile black-out che ha servito su un piatto d’argento un ultimo set più simile ad una passeggiata al parco che ai 100 metri di un campionato di atletica. I mali di questo Meduna “Edizione 2012” sono costanti e apparentemente irrisolvibili: errori diretti, forzature con soluzioni al limite, fragilità emotiva se la gara si mette sui binari dell’agonismo e quando le cose sembrano migliorare arriva sempre un momento “no” che spiana la strada all’avversario che, peraltro nel caso di sabato scorso non peccava certo di esperienza. A tre partite dal termine è pressoché impossibile recuperare una classifica così deficitaria…

Rosà, 31/03/2012. La Pallavolo Meduna chiude un proficuo mese di marzo e coglie la terza vittoria nelle ultime 4 gare (8 punti conquistati su 12 disponibili) schiantando l’Euromeccanica Rosà per 3-1. I liventini si schierano con alcune novità per gestire la cronica emergenza dovuti agli infortuni (Giuliano Bonadio a referto ma bloccato da una contrattura alla spalla) confermando Fabio Cigagna in regia e Luca Conforti opposto, Alessandro Carniel e Michele Nardo al centro, ma con Andrea Venturin e Simone Puppi in banda, e Andrea Zanchettin neo-libero, a disposizione Andrea Cusin, Tiziano Oggian, Diego Davidetti e Giuliano Bonadio. Il primo set dura il tempo di un caffè, il 9-25 (dei 9 punti locali, 3 sono frutto di errori al servizio del Meduna) fotografa una gara a senso unico. Invece nel secondo parziale, l’Euromeccanica forza la battuta e con alcune ottime difese va a braccetto fino a 20 pari quando un attimo di defaillance della ricezione ospite e un paio di attacchi out regalano il pareggio. Da quel momento si assiste ad una gara equilibrata, con la Pallavolo Meduna a fare la parte della lepre e il Rosà quella di chi insegue ma invano: l’ingresso di Oggian per Cigagna e di Davidetti per Nardo offrono tranquillità e con un 25-19 e un 25-20 i nostri ragazzi archiviano la pratica nella convinzione di poter lottare ancora per una salvezza che solo un mese fa sembrava utopia. Dopo la sosta pasquale, Cusin e compagni affronteranno, sabato 14 aprile al palazzetto di via Cà Michiel, il Nautilus Chioggia con l’intento…

Meduna di Livenza, 24/03/2012. Dopo la vittoria in rimonta di sette giorni fa, la Pallavolo Meduna capitola per 3-0 davanti ad un Alpifind Belluno maggiormente solido ed estremamente concreto. I medunesi si presentano con Fabio Cigagna in regia e Luca Conforti opposto, Alessandro Carniel e Michele Nardo al centro, Andrea Zanchettin e Andrea Venturin in banda, Giuliano Bonadio libero, a disposizione Andrea Cusin, Tiziano Oggian, Diego Davidetti e Simone Puppi. Il risultato finale non è veritiero nel raccontare una partita in cui non si sono visti i 19 punti di distacco in classifica e, per lunghi tratti i padroni, di casa hanno tenuto testa ai propri avversari, patendo solo la poca lucidità e qualche sfortunata scelta in regia. D’altra parte, se già a metà primo set ci si trova costretti a sostituire Giuliano Bonadio per un infortunio alla spalla (con l’ingresso addirittura del coach Andrea Bellinaso per l’occasione schierato come secondo libero e la direzione tecnica affidata al suo secondo Mattia Vendrame), se i centrali raccolgono, forse, sette punti in due, se l’unico muro che si vede è quello perimetrale del palazzetto e se le percentuali su palla alta sembrano viaggiare su un ottovolante, ecco chiarito il motivo di un incontro risoltosi in sessanta minuti e spiccioli. La contemporanea vittoria della Pallavolo Mussolente sull’LCM Casale complica non poco la rincorsa giallo-blu alla salvezza ma già sabato 31 è d’obbligo fare bottino pieno a Rosà contro il fanalino di coda Euromeccanica, per poi lottare all’arma bianca nelle rimanenti quattro gare di questa tribolata stagione. S.P.

S. Biagio di Callalta, 17/03/2012. Per la prima volta in questa stagione, la Pallavolo Meduna infila la seconda vittoria consecutiva contro un LCM Casale combattivo arresosi solo al tie-break. Dopo una settimana “nera” di allenamenti (Andrea Zanchettin assente per un fastidioso virus) e senza Massimiliano Giuliari (la cui stagione si è chiusa in anticipo a causa della frattura del perone sinistro procuratasi durante una difesa, a lui i migliori auguri di pronta guarigione), erano poche le frecce all’arco di coach Bellinaso che decide quindi di schierare Fabio Cigagna in regia in diagonale con Luca Conforti, Alessandro Carniel e Michele Nardo centrali, Andrea Cusin e Andrea Venturin sulla ali, Giuliano Bonadio libero, a disposizione Tiziano Oggian, Diego Davidetti, Simone Puppi e un Andrea Zanchettin a mezzo servizio. L’inizio gara non presagiva nulla di buono visto che i padroni di casa, forzando al servizio e senza troppi calcoli tattici, si portano avanti per 2 set a zero dominando un Meduna intermittente come un semaforo notturno. Dalla terza frazione, fortunatamente, la musica cambia, il Casale cala in battuta e regala qualcosa in attacco, il Meduna rientra sotto la direzione di Oggian subentrato ad un Cigagna in affanno. Il 7-0 del quarto set sembra garantire il tie-break, ma sarebbe troppo noioso offrire al pubblico uno spettacolo prevedibile: quindi 8-1, 9-2, per arrivare al 17 pari in un’altalena di passaggi a vuoto preoccupanti in cui entrambi i sestetti si giocano lo scettro della poca lucidità, 19-17 per il Meduna, 21-20 per il Casale, 22 pari e 22-25 finale per i…

Mussolente, 03/03/2012. La Pallavolo Meduna incassa in trasferta (3-1 il risultato finale) la quindicesima sconfitta stagionale (in 18 gare totali) per mano di una Pallavolo Mussolente più lucida nei momenti decisivi. I liventini si presentano con Fabio Cigagna al palleggio e Luca Conforti opposto, Alessandro Carniel e Michele Nardo centrali, Andrea Zanchettin e Simone Puppi sulla ali, Massimiliano Giuliari libero, a disposizione Tiziano Oggian, Diego Davidetti, Andrea Venturin, Andrea Cusin e Giuliano Bonadio. Il primo set andrebbe raccontato a parte, tanta la diversità di atteggiamento ed efficacia dei medunesi di coach Bellinaso; il punteggio di 25-15 con il quale chiudono la frazione spiega chiaramente quanto visto sotto rete. Dal secondo parziale si assiste invece ad un’altra gara, condita da quegli ingredienti che ormai da mesi compongono le pietanze offerte dai nostri “cuochi”: errori, poca concentrazione, nervosismo e scarsa personalità. Così accade che un parziale di 10-1 mandi i locali prima sul 19-13 e poi sul 25-21, garantendo loro anche un terzo set all’acqua di rose laddove l’opaca serata di Conforti veniva solo in parte compensata da un arrembante Venturin e la scarsa vena realizzativa di Puppi e Carniel non vedeva migliori soluzioni in Cusin e Davidetti. Il fato, forse imbarazzato da tanta negatività, decideva di rimediare regalando un intenso finale di quarto set a Cigagna e compagni che, capaci di portarsi in vantaggio per 24-23, avevano la palla del pareggio che poteva spalancare le porte del terzo tie-break consecutivo: ma, nell’ordine, un attacco out di Puppi, un ace subito da Zanchettin e un muro su…

Meduna di Livenza, 25/02/2012. Dopo la bella prestazione di due settimane fa, la Pallavolo Meduna inciampa sul CDS Kuadrifoglio Volley (PD) che vince 3-2 in rimonta dopo oltre 2 ore e venti minuti di gioco. I giallo-blu scendono in campo con Fabio Cigagna in regia e Luca Conforti opposto, Alessandro Carniel e Michele Nardo al centro, Andrea Zanchettin e Simone Puppi di mano, Massimiliano Giuliari libero, a disposizione Diego Davidetti, Andrea Venturin, Andrea Cusin e Giuliano Bonadio (assente l’influenzato Tiziano Oggian). Il primo set è una lotta a viso aperto, punti ed errori si susseguono da entrambi i lati della rete, dopo oltre mezz’ora è il Meduna ad avere la meglio per 30-28 e la sensazione è che questa frazione dirà molto dell’andamento della gara. Così nel secondo parziale ci si aspetta l’inevitabile calo di uno dei 2 sestetti e fortunatamente a pagare dazio è quello ospite, falloso oltre l’accettabile ed incapace di ribattere ad un Meduna che, calcisticamente, gioca di rimessa. Il terzo set segue lo stesso copione, Meduna inizia ad assaporare la seconda vittoria da 3 punti della stagione ma sul 18-17 qualcosa si inceppa ed un parziale di 1-6 porta il match alla quarta frazione. Ad onor del vero il Kuadrifoglio fino a quel momento non aveva espresso il suo gioco migliore forse anche per il diverso posizionamento di alcuni dei suoi giocatori: ma con l’opposto e il centrale di ruolo, il sestetto ospite conduce anche il quarto parziale mentre coach Bellinaso, costretto a far rifiatare l’unico palleggiatore a disposizione con alcuni…