Meduna di Livenza, 24/03/2012.

Dopo la vittoria in rimonta di sette giorni fa, la Pallavolo Meduna capitola per 3-0 davanti ad un Alpifind Belluno maggiormente solido ed estremamente concreto.

I medunesi si presentano con Fabio Cigagna in regia e Luca Conforti opposto, Alessandro Carniel e Michele Nardo al centro, Andrea Zanchettin e Andrea Venturin in banda, Giuliano Bonadio libero, a disposizione Andrea Cusin, Tiziano Oggian, Diego Davidetti e Simone Puppi.

Il risultato finale non è veritiero nel raccontare una partita in cui non si sono visti i 19 punti di distacco in classifica e, per lunghi tratti i padroni, di casa hanno tenuto testa ai propri avversari, patendo solo la poca lucidità e qualche sfortunata scelta in regia.

D’altra parte, se già a metà primo set ci si trova costretti a sostituire Giuliano Bonadio per un infortunio alla spalla (con l’ingresso addirittura del coach Andrea Bellinaso per l’occasione schierato come secondo libero e la direzione tecnica affidata al suo secondo Mattia Vendrame), se i centrali raccolgono, forse, sette punti in due, se l’unico muro che si vede è quello perimetrale del palazzetto e se le percentuali su palla alta sembrano viaggiare su un ottovolante, ecco chiarito il motivo di un incontro risoltosi in sessanta minuti e spiccioli.

La contemporanea vittoria della Pallavolo Mussolente sull’LCM Casale complica non poco la rincorsa giallo-blu alla salvezza ma già sabato 31 è d’obbligo fare bottino pieno a Rosà contro il fanalino di coda Euromeccanica, per poi lottare all’arma bianca nelle rimanenti quattro gare di questa tribolata stagione.

S.P.