Maggio 7th, 2012

U.S. JUVENILIA (PD) – PALLAVOLO MEDUNA (TV) 3-0 (25-15, 25-20, 28-26)

926 views, MASCHILE, by Timidone.

Padova, 05/05/2012.

La Pallavolo Meduna si congeda dalla serie C con la ventesima sconfitta stagionale (solamente 6 le vittorie per un bottino totale di 20 punti) per mano dell’U.S. Juvenilia (PD), che fra una settimana disputerà i play-off per la promozione in B2.

Senza Diego Davidetti (diventato papà lunedì scorso, congratulazioni a lui e alla neo-mamma Marisa e un ben arrivato alla piccola Elena da parte di tutta la redazione, ovvero io!) e Andrea Venturin ancora infortunato, coach Bellinaso schiera Fabio Cigagna al palleggio e Luca Conforti opposto, Alessandro Carniel e Michele Nardo al centro, Andrea Zanchettin e Simone Puppi di mano, Giuliano Bonadio libero, a disposizione Tiziano Oggian, Andrea Cusin e il rientrante Sirio Fantin sulla via del completo recupero dopo la rottura del tendine d’Achille del 3 dicembre scorso.

Il 3-0 con cui i patavini si sono garantiti la post-season è leggermente bugiardo nel raccontare una gara in cui i liventini hanno sbagliato troppo (7 errori in battuta solo nel primo set conclusosi 25-15) senza sfruttare le difficoltà che invece si creavano nel campo avversario con un servizio più tattico e meno forzato.

La ricezione è stato l’altro fondamentale su cui si è giocata la partita, e anche nel secondo set i nostri sono andati sotto 24-16 per poi rimontare fino al 24-20 e giocare malamente la palla del possibile 21.

La terza frazione è stata invece molto intensa, il Meduna sfruttando qualche errore di troppo dello Juvenilia, guadagna 2 lunghezze di vantaggio che mantiene fino al 24-22: qui prima un errore di Zanchettin e poi un fortunoso ace dei padroni di casa segna il 24 pari, si va avanti punto a punto fino al 26 quando Borselli rischia una battuta in salto che cade davanti all’incolpevole Zanchettin e Conforti stampa sul nastro l’ultimo attacco servito da Oggian.

Una prestazione a due volti quella offerta dal gruppo targato Bellinaso, come accaduto in molte altre occasioni, a chiusura di un campionato con più ombre che luci, pesantemente condizionato dagli infortuni e da momenti di difficoltà in cui troppi fattori, fortuna compresa, hanno scelto di soggiornare presso altri lidi: la retrocessione in serie D (salvo ripescaggio federale) pone parecchi interrogativi sul tavolo della dirigenza gialloblu, che andranno analizzati con onestà e chiarezza onde evitare di incappare nuovamente in una stagione così negativa.

Con quest’ultimo articolo, va in vacanza anche la redazione (ovvero sempre io!) che ringrazia tutti i lettori e si augura di cuore di risentirci nel 2012-2013: buona estate a tutti!

S.P.

Back Top

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.