Ott 3rd, 2011

PALLAVOLO MEDUNA (TV) – OLYMPO QUINTO (TV) 3-0 (25-14, 25-23, 25-15)

820 views, MASCHILE, by Timidone.

Meduna di Livenza, 01/10/2011.

Dopo la sconfitta rimediata la settimana scorsa a Belluno, la Pallavolo Meduna si riscatta e archivia la terza giornata di Coppa Veneto vincendo con un rotondo 3-0 contro l’Olympo Quinto (TV).

L’amichevole disputata in settimana contro il Volley Prata (serie B2) ha messo in chiara evidenza pregi e difetti del gruppo guidato da Andrea Bellinaso, il quale voleva continuare a migliorare quei fondamentali, come attacco e battuta, che lentamente stanno entrando a regime: ad onor del vero, i trevigiani non hanno dato troppo filo da torcere ai liventini, avviati a conquistare il passaggio del turno e attesi a test maggiormente probanti dei progressi mostrati a Pasiano giovedì sera.

Bloccatosi Sirio Fantin in fase di riscaldamento per noie alla schiena e latitanti le alternative nel ruolo di opposto, i padroni di casa scendono in campo con Fabio Cigagna al palleggio in diagonale con Andrea Venturin, Michele Nardo e Diego Davidetti al centro, Andrea Cusin e Simone Puppi in banda, Giuliano Bonadio libero, in panchina ci sono Andrea Zanchettin, Massimiliano Giuliari, Alessandro Carniel, Tiziano Oggian (limitato da un ginocchio dolorante) e Luca Conforti (in via di recupero dopo la distorsione ad un dito).

Il match fortunatamente scivola veloce, senza sussulti, sempre in mano ai liventini, concreti e meno fallosi del solito, anche se ancora poco efficaci al centro, nonostante l’ottima vena dei ricevitori.

Qualche affanno in avvio di seconda frazione quando più per demerito proprio che per merito altrui, i nostri si trovano sotto per 5-1, parziale recuperato senza troppo soffrire per poi chiudere 25-23.

La Pallavolo Medunaconcluderà la prima fase di Coppa sabato 8 ottobre alle 18.30 con il derby in casa della Pallavolo Motta e sette giorni dopo si tufferà nella prima giornata di campionato contro l’Olimpia di Zanè (VI).

S.P.

 

 IL PAGELLONE DI SIMONE

 

Voto 6+ per le gesta tecniche e 7 per le gesta goliardiche a Fabio “SIX o FIBRA o BOCIA” Cigagna: usando un linguaggio meteorologico si potrebbe dire tempo in leggero miglioramento al palleggio, molto variabile in battuta, temporali, neve e grandine per quando concerne la distribuzione. Prima di venire a mangiare passa per casa a cambiarsi d’abito (le FIERE DI S. DONA’ scalpitano…), non ho dettagli della serata ma di sicuro avrà fatto numeri. IN ASCESA.

 

SV per le gesta tecniche e 8 per le gesta goliardiche a Sirio “SIRIO” Fantin: purtroppo la sua schiena decide di scioperare dopo il primo attacco del riscaldamento, così si accomoda mestamente in panchina per poi andare dritto in infermeria tra le sapienti mani della fisioterapista. Perfetto l’abbinamento della sua polo (rosa) con il portavivande della piccola Giulia. DA RECUPERARE.

 

Voto 6,5 per le gesta tecniche e 6= per le gesta goliardiche a Michele “MIKE o MIKOPH PHOSTO” Nardo: in una gara in cui i centrali hanno attaccato con la stessa percentuale che caratterizza le mie probabilità di limonare entro il prossimo fine settimana, si distingue per un paio di ottimi muri, che però gli vengono restituiti con gli interessi. Non fortunatissima a mio parere la scelta dei brani della play-list pre-partita, mangia il polletto velocissimo e se ne va senza nemmeno dirmi “ciao” (anche lui preda della febbre del sabato sera delle FIERE DI S. DONA’). EVASIVO.

 

Voto 6 per le gesta tecniche e 6 per le gesta goliardiche ad Alessandro “ISEO” Carniel: vale lo stesso discorso fatto poco sopra per Mike, purtroppo Iseo fatica anche a muro. Comprensibile il suo nervosismo quando Aurora decide di svegliarsi su invito di Mattia “BUM BUM” Vendrame, pare sia andato direttamente alle famose FIERE DI S. DONA’, di sicuro alla pollettata non si è visto. ANONIMO.

 

Voto 6+ per le gesta tecniche e 7,5 per le gesta goliardiche a Luca “CONFORT o COMFORT” Conforti: seppur limitato dai problemi alla mano destra, il ragazzo venuto da Musile entra nel secondo set nell’inedito ruolo di opposto, si difende con onore in attacco pur con qualche sbavatura, ottimo in battuta. A cena ha il piacere di sedersi accanto ad Elena “IMBIANCHINA” Pauletto, con la quale chiacchiera amabilmente fregandosene dei vicini di tavolo, inebriato d’amore ordina addirittura una birra (per chi non lo sapesse, Confort è famoso per non bere mai birra quando mangia ma Jovanotti cantava “…sono timido…ma l’amore mi da il coraggio…”…), anche lui corre verso le FIERE DI S. DONA’. QUASI RECUPERATO.

 

Voto 6,5 per le gesta tecniche e 9 per le gesta goliardiche a Giuliano “GIULI o IL PRINCIPE” Bonadio: sta trovando un ottimo rendimento in ricezione, in difesa vive una tranquilla giornata di ferie, riposando in vista di un aperitivo durante il quale ovviamente non  risparmia complimenti e frecciatine. Accanito sostenitore del detto “altezza mezza bellezza”, si sta specializzando nel giocarsi i risultati calcistici per la grande gioia della bella Lucia, sono ancora in attesa di ringraziarlo, e anche di una cena. ORGANIZZATORE.

 

SV per le gesta tecniche e 7 per le gesta goliardiche a Tiziano “TIZZI o BAGIGGIOGGIAN” Oggian: bloccato da un problema al ginocchio, è l’unico a non scendere in campo ma la sua qualità tecnica si trasmette via bacio al pallone raccolto che nelle mie mani diventa un ace. Le FIERE DI S. DONA’ ovviamente lo aspettano, preciso, le donne delle FIERE DI S. DONA’ ovviamente lo aspettano, sicuramente si sarà fatto valere. RECUPERABILE.

 

Voto 6,5 per le gesta tecniche e SV per le gesta goliardiche a Diego “GIGI” Davidetti: la batteria dei centrali vive una serata grigia, lui cerca di metterci un po’ di colore con qualche muro e con ottimi servizi, tenta la pennellata d’autore con la palla che non ti aspetti, ma stavolta non gli va dritta. Preferisce la compagnia della moglie alla compagnia della Indie, mai scelta fu più azzeccata. ONESTO.

 

Voto 6 per le gesta tecniche e 7 per le gesta goliardiche ad Andrea “KUKO” Cusin: ha vissuto un sabato all’insegna dell’inversione di tendenza e cosìla Ostanelloperde e lui vince e nella vittoria, contrariamente al solito, riceve bene e attacca male, insomma un ribaltone degno dei migliori governi italiani. In polo, borsello, jeans corti con risvolto e infradito è andato verso le magnifiche FIERE DI S. DONA’, di sicuro era vestito peggio di me. BASTIAN CONTRARIO.

 

Voto 6+ per le gesta tecniche e 7,5 per le gesta goliardiche Andrea “BORRIELLO” Venturin: catapultato nella mischia a sostituire Sirio come opposto, il ragazzo più bello del Triveneto lotta ed esce a testa alta, poi indossa una delle camicie della collezione proposta da Watanabe per l’autunno-inverno 2012-2013, polletto veloce confermando un paio di apparizioni pubblicitarie per la prossima settimana (a Huntington-Beach perla Sundeke nei pressi di Oslo perla Museum) e volge alle incredibili FIERE DI S. DONA’, dove (lo scoop di Parpiglia lo conferma) la sua ragazza sfilava in abiti da sposa disegnati da Armani: insomma la normalissima giornata di un “bello e famoso”. IN COPERTINA.

 

Voto 6+ per le gesta tecniche e 6 per le gesta goliardiche ad Andrea “ZANCHE o ZANKYIEV” Zanchettin: bene in ricezione e benino in attacco, anche se l’impatto della sua mano sul pallone non è propriamente un tripudio di tecnica. Al Gallo Matto intrattiene la fisio sulle modalità migliori per aumentare la massa muscolare, anche lui si dirige verso le stupende FIERE DI S. DONA’. SINCERO.

 

Voto 6 per le gesta tecniche e 7 per le gesta goliardiche a Massimiliano “MACCI” Giuliari: senza infamia né lode la sua gara, sta cercando la forma migliore (e non ridete a quella che sembra una battuta…). Il polletto lo mangia seduto accanto alla sua bella fidanzata Laura, che ha appreso da queste pagine delle nozze fissate per il 2012: bravo io! NOVELLO SPOSO.

 

Voto 7,5 per le gesta tecniche e 5/6 per le gesta goliardiche a Simone “SIMòN” Puppi: ovverossia il curioso caso del non più giovane Simone Puppi che non più tardi di un anno fa veniva sbattuto opposto un po’ per necessità un po’ per le sue non spiccate doti da ricevitore (a detta di qualche esperto) e che oggi si ritrova ad essere la colonna portante di questa squadra in questo fondamentale. Capace di svariare lì davanti con centinaia di colpi deve solo trovarne uno quando completamente smarcato ma c’è chi comunque gliel’ha fatto notare.

Se in campo non perde la retta via, nel dopo gara rischia di smarrirsi, c’è tanta carne al fuoco e lui sembra non avere appetito, visibilmente sulle nuvole ricade sulla terra grazie a chi rompe il ghiaccio per lui. Non raggiunge purtroppo la sufficienza perché preferisce parlare di Maranello (argomento tra le altre cose affascinante) piuttosto che intrattenere le ospiti a dovere. PROMOSSO in campo, RIMANDATO fuori. (Copyright by Giuliano Bonadio).

 

Citazione a parte per:

 

Voto 10 per le gesta goliardiche ad Elena “ARCHITETTA” Pauletto: dopo molti mesi si rivede la bella imbianchina di Portogruaro, sempre sorridente e piacevole alla vista, ricca di argomenti dei più disparati, alfista nel sangue, io emozionato decido di festeggiare rovesciandomi una birra addosso e lei propone di pulire tutto usando quello “con le ali”. GENIALE.

 

Voto 10 per le gesta goliardiche a Giulia “OSTI” Ostanello: si dice che per rendere al meglio sia necessario il contesto adatto e giovedì sera, la giovane amante delle pentole non poteva trovarne uno migliore per dimostrare il vero talento che l’ha resa ricca e conosciuta in tutto il mondo. Infattila Ostifa l’infermiera per hobby, in realtà dopo Leonardo Da Vinci abbiamo dovuto aspettare lei per avere delle invenzioni degne di questo nome. Troppo lungo elencarle tutte, cito solo gli esempi più conosciuti, tutti chiaramente brevettate e depositate: ha inventato una variante del Risiko dove non ci sono né carri armati (va molto di moda tra i bimbi da0 a3 anni perché non c’è pericolo che sbadatamente ingoino qualcosa), né stati da conquistare, ha depositato le regole de “il giuoco del calcio senza giuoco del calcio” in cui i giocatori si muovono in un prato senza linee, né porte, né tantomeno pallone e sta lavorando ad una versione del poker in cui non si scommette e non si vince nulla semplicemente perché si gioca senza carte. Credo non serva aggiungere altro. GENIALE.

 

Voto 10 per le gesta goliardiche a Federica “CHICCA” Babuin: finalmente ho avuto l’onore di conoscere colei che nel tempo libero “ascolta musica e sta con panini” (non fa la panettiera, semplicemente quello è il soprannome di Nicola Carniel, pallavolista e capitano del Motta di serie B1, fratello del ben più famoso Iseo Carniel…), lei per tutta risposta mi fa carinamente notare che “dire non stai male non vuol dire stai bene..” riferendosi al mio look che per una volta mi pare decente (altrimenti vorrebbe dire che i consigli di Borriello sono sbagliati!!!!!!!!!). Si nota l’influenza del suo amico Giuli in questa considerazione, meriterebbe un 4, gode di un 10 perché ha ottenuto solo applausi con quel suo commento e poi perché ha deciso di mettere nella sua play-list “Pompo nelle casse”, canzone che io adoro. MUSICALE.

 

Voto 10 per le gesta tecniche a Chiara “FISIO” Boccacani: la sua giornata comincia alle 16.30 manipolando il mio tendine e poi lavorando sulla mano del Confort. A quel punto decide di rimanere a gustarsi l’incontro e si trova a manipolare la schiena di Sirio. A quel punto decide di rimanere a cena e si trova coinvolta nelle ormai mitiche FIERE DI S. DONA’. Una giornata intensa, speriamo solo si sia divertita, di sicuro merita un ringraziamento per il lavoro svolto. STAKANOVISTA.

 

Back Top

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.